Home > L’Ecmo Team pediatrico protagonista a Tadà

L’Ecmo Team pediatrico protagonista a Tadà

La dottoressa Elisa  Barberi, responsabile della Terapia Intensiva Pediatrica e Neonatale e la dottoressa Alessia Prosperi, tecnico di fisiopatologia  cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, ospiti della trasmissione televisiva Tadà su Rtv 38, dedicata a salute e benessere.
Argomento della trasmissione l’Ecmo Team pediatrico.
Rispondendo alle  domande della conduttrice,  Alessia Prosperi  ha spiegato che cos’è l’ECMO (Ossigenazione extracorporea a membrana), una procedura di circolazione extracorporea, supporto nei soggetti con insufficienza cardiaca o respiratoria acuta grave.

“Grazie all’ECMO è possibile affidare temporaneamente le funzioni di cuore e polmoni ad un macchinario esterno, mettendoli a riposo, ed intervenire con un trattamento medico sul paziente”.

Alessia Prosperi

Tecnico perfusionista Monasterio

La dottoressa Prosperi ha  quindi  definito il  ruolo del tecnico perfusionista e  delineato i casi in cui è richiesto l’impianto della macchina. La dottoressa Elisa Barberi  ha  chiarito l’importanza dell’Ecmo in Monasterio, spiegando che  l’Ospedale del Cuore è centro di riferimento  regionale per l’Ecmo pediatrico.

In virtù di competenze maturate negli anni è stato possibile creare un gruppo multispecialistico, il cosiddetto Ecmo Team Pediatrico, costituito da cardiochirurghi, cardioanestesisti, perfusionisti, cardiologi e infermieri in grado  di gestire una assistenza meccanica avanzata nei più svariati scenari.

Elisa Barberi

Responsabile Terapia Intensiva Pediatrica e Neonatale Monasterio

La trasmissione  ha anche offerto l’opportunità di  fare il punto  sull’ EcmoTeam Pediatrico Mobile: “La Delibera Regionale del 2018 – ha ricostruito la dottoressa Barberi –  ha regolamentato la proiezione esterna dell’ECMO Team che diventa quindi ECMO Team Pediatrico Mobile. Ciò significa che il Team dell’Ospedale del Cuore, grazie all’utilizzo di macchinari e strumentazioni trasportabili, interviene presso le altre strutture sanitarie regionali, istituisce l’ECMO su pazienti neonatali e pediatrici con determinate indicazioni a questo tipo di trattamento e, una volta stabilizzato, si occupa del trasferimento del paziente in ECMO nel nostro Ospedale”.

La dottoressa Barberi ha inoltre  chiarito  l’importanza del lavoro di  squadra nell’Ecmo Team: “Ogni componente del Team – ha esplicitato  –  è cruciale e contribuisce alla sopravvivenza del paziente. Non è la tecnologia ECMO da sola a creare la differenza, ma il progetto di rianimazione che include l’utilizzo della macchina ECMO e che vede accanto l’esperienza, la professionalità, l’organizzazione capillare (protocolli di attivazione condivisi nella Regione Toscana) e soprattutto la promozione di un approccio a rete”.

Sotto il video con gli  interventi di Barberi e Prosperi a Tadà

 

Sostienici con il tuo

5X1000

al codice fiscale

93062260505